CORONAVIRUS--Nuove disposizioni per l'accesso agli uffici comunali dal 01 febbraio 2022

Decreto legge 7-1-2022 n.1

Avviso importante alla cittadinanza

NUOVE MODALITA' DI ACCESSO AGLI UFFICI COMUNALI
DAL 1° FEBBRAIO 2022
e
CONTROLLO GREEN PASS

L’art.3 del decreto legge 7.1.2022 n.1 stabilisce che DAL 1° FEBBRAIO 2022 E FINO AL 31 MARZO 2022 L’ACCESSO AI SERVIZI DEI PUBBLICI UFFICI È CONSENTITO SOLAMENTE AI POSSESSORI della certificazione verde (GREEN PASS) - base o rafforzata - in corso di validità.

L’obbligo del possesso di tale certificazione non si applica per l’accesso all’Ufficio di Polizia Locale, quando l’accesso, per esigenze di sicurezza, sia necessario per lo svolgimento delle attività istituzionali indifferibili oppure per attività di prevenzione e repressione degli illeciti.

L’obbligo medesimo non si applica ai soggetti di età inferiore ai dodici anni e ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica.

Il personale di ogni ufficio, pertanto, prima di iniziare il colloquio o comunque l’attività richiesta, provvederà al controllo della certificazione verde o della certificazione di esenzione dalla vaccinazione.

Se l’utente non sarà in grado di esibire la certificazione, oppure essa non risulterà valida, sarà invitato a non accedere agli uffici comunali o ad abbandonare gli stessi e non si darà corso all’attività o colloquio richiesti.

Il controllo sarà eseguito mediante l’utilizzo dell’applicazione VerificaC19, con la scansione del codice QR riportato sul supporto esibito. Il QR Code non rivela l’evento sanitario che ha generato la Certificazione verde.

La verifica non prevede la memorizzazione di alcuna informazione riguardante il cittadino sul dispositivo del verificatore, pertanto non verrà conservato alcun dato anagrafico o relativo alla tipologia della certificazione, o alla sua scadenza.

Potrà essere richiesta l’esibizione di un documento di identità per accertare l’identità, quando i dati della certificazione risultassero non sicuramente attribuibili al soggetto stesso. In ogni caso, i dati così verificati non saranno oggetto di alcuna conservazione.

Considerato che, in applicazione all'art. 3 c. 1 lett. a) 1 del D.L. 7.1.2022, il DPCM 21/01/2022 ha individuato le esigenze per far fronte alle quali non è richiesto  il possesso di una delle certificazioni verdi COVID-19, ma che fra queste non sono elencate determinate attività in capo all'ufficio demografico (stato civile - anagrafe- elettorale- ufficio carte d'identità - polizia mortuaria)  la cui continuità  delle prestazioni può essere indispensabile, in determinati casi, per assicurare il rispetto dei valori e dei diritti costituzionalmente tutelati, nelle more di un chiarimento da parte della Autorità competenti, si dispone in via precauzionale, che per le attività di tali uffici venga eseguita una verifica caso per caso, all'esito della quale l'incaricato possa procedere, nei soli casi urgenti e indifferibili, a prescindere dal possesso della Certificazione Verde Covid-19.

Per tali servizi i cittadini sprovvisti di Certificazione Verde Covid-19, sono quindi invitati a contattare direttamente l'ufficio demografico, (anche tramite telefono al n. 0437 796015) per il vaglio della situazione concreta.