Coronavirus - Limitazioni negli spostamenti e alle attività: disposizioni e FAQ

Avviso alla cittadinanza.

Schema di sintesi sulle principali disposizioni.

Si riportano di seguito le principali limitazione in vigore per il periodo Natale - Epifania 2020/2021

Giorni dal 19 al 23 dicembre

Limitazioni regionali (in aggiunta a quelle della zona gialla prevista dal Dpcm 3.12.2020):

Divieto uscita dal comune dalle ore 14 alle 22 di ogni giorno (dalle 22 alle 5 divieto statale)

Deroghe:

  1. comprovate esigenze lavorative
  2. studio
  3. motivi di salute
  4. situazioni di necessita'
  5. svolgere attivita' non sospese o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel comune di abitazione
  6. servizi alla persona (lavanderia, parrucchiere, estetista, ecc);
  7. accompagnamento e riconduzione a casa di minori;
  8. matrimoni e funerali;
  9. raggiungimento e rientro da aeroporti, stazioni ferroviarie, porti, stazioni corriere;
  10. spostamento verso seconda casa (albergo, ecc.) turistica

Giorni 24, 25, 26, 27,31 dicembre 2020; 1, 2, 3, 5, 6 gennaio 2021

Si applica il regime della zona rossa (art. 3 dpcm 3.12.2020):

  1. vietato spostamento anche dentro il comune, salvo che:
    1. per lavoro
    2. necessità
    3. salute
    4. didattica in presenza
    5. rientro presso l’abitazione
    6. raggiungimento seconde case in Regione (solo  quelle in comune nei giorni 25 e 26 e 1° gennaio)
  2. chiusi i negozi di qualsiasi dimensione per commercio al dettaglio, salvo che:
    1. generi alimentari e di prima necessita' individuate  nell'allegato  23 dpcm 3.12.2020
    2. edicole
    3. tabaccherie
    4. farmacie
  3. chiusi i mercati all’aperto salvo che:
    1. vendita generi alimentari
    2. vendita prodotti agricoli e florovivaistici
  4. chiusi ristoranti, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, ecc. salvo che:
    1. domicilio senza limite orario
    2. asporto dalle 5 alle 22
    3. bar e ristoranti aree servizio autostradale, autostrade, gli itinerari europei E45 e E55, negli ospedali, negli aeroporti,  nei  porti  e  negli  interporti
  5. sport di allenamento e gara, salvo:
    1. asttività motoria in prossimità dell’abitazione
    2. attività sportiva all’aperto e in forma individuale
  6. chiusi servizi alla  persona, tranne quelle dell’allegato 24

Giorni 28, 29 e 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2020

Si applica il regime della zona arancione (art. 2 dpcm 3.12.2020)

  1. è vietato  ogni  spostamento  in  entrata  e  in  uscita  dal comune di abitazione, salvo che:
    1. per lavoro
    2. necessità
    3. salute
    4. didattica in presenza
    5. rientrare all’abitazione
    6. nei comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, dai quali si può uscire per una  distanza  non  superiore  a  30 chilometri, con esclusione in  ogni  caso  degli spostamenti  verso  i  capoluoghi  di  provincia
  2. chiusura ristoranti, bar, pub, gelaterie, pasticcerie, ecc., salvo:
    1. mense e catering continuativo su base contrattuale 
    2. ristorazione con  consegna  a  domicilio  nel  rispetto  delle  norme igienico sanitarie sia per  l'attivita'  di  confezionamento  che  di trasporto
    3. fino alle ore 22,00 la ristorazione  con  asporto
    4. bar e ristoranti delle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 e E55, negli ospedali, negli aeroporti,  nei  porti  e  negli  interporti

TUTTI I GIORNI DAL 24 DICEMBRE 2020 AL 6 GENNAIO 2021 (GIORNI “ROSSI” E “ARANCIONI”) (art. 1, dl. 172/20)

Consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi gia' conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potesta' genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Nella sezione sottostante è disponibile il documento con le informazioni sopra riportate, con l'aggiunta delle note esplicative per l'approfondimento dei casi.

FAQ aggiornate dal sito del Governo:

1) Durante le feste sarà consentito andare a trovare amici o parenti?

La risposta a questa domanda varia in relazione ai giorni, al luogo di partenza e alla destinazione del proprio spostamento.

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, sono vietati tutti gli spostamenti, anche per far visita ad amici o parenti, che comportino l’uscita dalla Regione in cui si vive o in cui si ha la residenza.
Inoltre, tra il 24 dicembre e il 6 gennaio, le disposizioni in vigore prevedono che: nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono; nei giorni 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio sarà possibile spostarsi liberamente, fra le 5.00 e le 22.00, all’interno del proprio Comune: conseguentemente sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali. Negli stessi giorni sarà possibile anche, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono; sempre nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio, sarà possibile, per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia: conseguentemente, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali.

2) In quali casi è possibile spostarsi nella seconda casa nel periodo dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021? C'è un regime speciale nelle giornate del 25, 26 dicembre e 1° gennaio?

Le regole speciali in precedenza previste per le giornate del 25, 26 dicembre e 1° gennaio sono state assorbite, e quindi venute meno, dalla disciplina unica per i giorni prefestivi e festivi del periodo natalizio introdotta dal cosiddetto "decreto Natale" (decreto-legge 18 dicembre 2020, n 172). Conseguentemente, nel periodo compreso tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde case sono sempre consentiti, dalle 5 alle 22, all’interno della propria Regione e sempre vietati verso le altre Regioni. È consentito lo spostamento verso la seconda casa, anche se intestata a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente.

3) In base alle disposizioni in vigore, è consentito recarsi in un altro comune o in un’altra regione per turismo?

Gli spostamenti per turismo verso un’altra Regione non sono consentiti fino al 6 gennaio 2021 compreso.

Dal 24 dicembre non sono consentiti neanche all'interno della stessa Regione, ma ci sono due eccezioni, valide solo nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021, nei quali sono consentiti gli spostamenti per turismo: all'interno dello stesso Comune; dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai confini del Comune, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di Provincia.

Per ulteriori quesiti e per aggiornamenti:
http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638#FAQ2