CORONAVIRUS - NUOVE MISURE

DPCM IN DATA 01 MARZO 2020

NUOVE DISPOSIZIONI PER CONTRASTARE E CONTENERE IL DIFFONDERSI DEL VIRUS COVID19

CON IL DPCM IN DATA ODIERNA, CONSULTABILE INTEGRALMENTE AL LINK SOTTOSTANTE, SONO STATE VARATE NUOVE MISURE PER CONTRASTARE E CONTENERE IL DIFFONDERSI DEL VIRUS COVID-19

SI RIASSUMONO LE PRINCIPALI DISPOSIZIONI:

  • SOSPENSIONE degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina fino al 8 marzo 2020, in luoghi pubblici o privati, resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonchè delle sedute di allenamento all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, nei comuni diversi di quelli di cui all'allegato 1 (il Comune Val di Zoldo non è ricompreso nell'allegato 1);
  • E' CONSENTITO lo svolgimento delle attività dei comprensori sciistici a condizione che il gestore provveda alla limitazione dell'accesso agli impianti di trasporto CHIUSI assicurando la presenza di un massimo di persone pari ad un terzo (1/3) dela capienza (funicolari, funivie, cabinovie, ecc. ),
  • SOSPENSIONE sino all'8 marzo 2020, di tutte le manifestazioni organizzate, di carattere non ordinario, nonchè degli eventi in luogo pubbico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali a titolo di ESEMPIO, GRANDI EVENTI, CINEMA, TEATRI, DISCOTECHE, CERIMONIE RELIGIOSE;
  • SOSPENSIONE sino all'8 marzo 2020, dei servizi educativi per l'infanzia e delle attiità didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonchè della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professional, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani....omissis;
  • APERTURA al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura a condizione che detti istituti e luoghi assicurino modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico e tali che i visitatori possano RISPETTARE  LA DISTANZA TRA LORO DI ALMENO UN METRO;
  • SVOLGIMENTO delle attività di ristorazione, bar e pub, A CONDIZIONE che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, gli avventori siano messi nelle condizioni di RISPETTARE LA DISTANZA TRA LORO DI ALMENO UN METRO;
  • APERTURA delle attività commerciali diverse di cui al punto precedente condizionata all'adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di RISPETTARE  LA DISTANZA DI ALMENO UN METRO TRA I VISITATORI;
  • PRIVILEGIARE, nello svolgimento di incontri o riunioni le modalità di collegamento da remoto ...omissis;
  • CHIUNQUE ABBIA FATTO INGRESSO IN ITALIA a partire dal° giorno antecedente la data di pubblicazione del presente decreto, dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, o sia transitato o abbia sostato nei comuni di cui all'allegato deve comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria competente per territorio nonchè al proprio medico di medicina generale (di seguito MMG) ovvero al pediatra di libera scelta ( di seguito PLS)....omissis;

Si rinvia al testo integrale per un approfondimento.