C.I.E. - carta d'identità elettronica

Descrizione

La Carta di identità elettronica è il documento personale che attesta l’identità del cittadino e per i cittadini italiani vale anche come documento di espatrio nei Paesi dell'Unione Europea e altri Paesi con cui l'Italia ha speciali convenzioni (vedi il sito della Farnesina "Viaggiare sicuri").

E’ realizzata in materiale plastico ed ha le dimensioni di una carta di credito; è dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip che memorizza i dati del titolare.

La foto in bianco e nero è stampata a laser per garantire una elevata resistenza alla contraffazione.

Contiene la firma e le impronte digitali degli indici sinistro e destro (solo a partire dal 12° anno di età del titolare del documento).

Sul retro contiene anche il Codice Fiscale che viene riportato come codice a barre.

 

La nuova carta d’identità elettronica può essere usata per richiedere una identità digitale presso uno degli Identity Provider accreditati presso il Sistema Pubblico di identità Digitale (SPID).

Il possesso della CIE rende il processo di richiesta dell’identità digitale agevole e veloce poiché viene meno la necessità per il cittadino di farsi identificare dall’operatore dell’Identity Provider prescelto.


Tutte le informazioni sono disponibili presso il  sito ministeriale www.cartaidentità.interno.gov.it

La nuova Carta di identità elettronica si può richiedere alla scadenza della propria Carta d’identità cartacea (o in seguito a smarrimento, furto o deterioramento ).

Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate in precedenza mantengono la loro validità fino alla scadenza e non è possibile sostituirle con il nuovo documento elettronico.

La carta d’identità è un documento di riconoscimento che ha come fine l’identificazione del titolare. Pertanto i cambi di residenza non incidono sulla validità del documento e non consentono il rilascio di una nuova carta d’identità (circolare M.I.A.C.E.L. n. 24…del 31/12/1992).

 

La consegna della CIE non è immediata ma  viene spedita  dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (IPZS), entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta, tramite posta:

- a casa del richiedente,

- a un indirizzo indicato al momento della richiesta

Nel caso di spedizione all'indirizzo di residenza indicato dal cittadino, trattandosi di una raccomandata con consegna "mani proprie" è necessario osservare le seguenti raccomandazioni:

 - all'atto della richiesta della C.I.E. è necessario fornire un indirizzo completo che contenga almeno le informazioni di via, civico, CAP, città, provincia. Se disponibili, vanno indicati anche scala e interno;

- all'atto della richiesta è possibile specificare un delegato al ritiro fornendone il nome e cognome. Solo se specificato, quest'ultimo potrà ritirare la C.I.E. al posto del titolare. Per i minori di 14 anni è obbligatorio indicare un delegato al ritiro;

- all'indirizzo indicato deve essere presente un campanello o un citofono recante il nome del destinatario o della persona da lui delegata al ritiro (ed indicata all'atto della richiesta) e una cassetta delle lettere nella quale inserire l'eventuale avviso di giacenza in caso di assenza del destinatario o delegato.

E possibile altresì il ritiro presso il Comune, sia personalmente sia delegando un’altra persona.

La scelta del ritiro in sede e l’identità della persona delegata sono da indicare agli operatori comunali al momento della richiesta.

Per il ritiro della CIE è necessario esibire all'operatore comunale il modulo di ricevuta riportante i dati e il numero della carta.

 

La validità della Carta di identità varia a seconda all’età del titolare ed è di:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

La scadenza è fissata nel mese e nel giorno del proprio compleanno.

 

Come si richiede

Il cittadino, dopo aver fissato un appuntamento chiamando il numero 0437796015 (sede comunale di Forno) o il numero 0437789177 int. 2 (multisportello di Fusine), deve recarsi personalmente in Comune munito di:

  • Carta d’identità scaduta o in scadenza  oppure deteriorata. In caso di furto o smarrimento è necessario presentare la denuncia sporta agli organi di pubblica sicurezza competenti (circolare Ministero dell’Interno n.16/2013).
  • In caso di primo rilascio o di richiesta in seguito a furto o smarrimento è necessario esibire un altro documento di identità o di riconoscimento (passaporto, patente di guida, porto d’armi, ecc.).
  • 1 fototessera recente (non deve essere stata scattata più di sei mesi prima) in formato cartaceo, che dovrà avere le stesse caratteristiche di quelle utilizzate per il passaporto (regole ICAO - vedi allegato con le indicazioni su come effettuare correttamente la foto).
  • in alternativa la fotografia può essere fatta direttamente presso l'ufficico comunale
  • codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione .

Cittadini minorenni

- devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori (per l’identificazione);

- per ottenere la carta d'identità valida per l’espatrio, entrambi i genitori devono sottoscrivere la dichiarazione di assenso (art. 3 lett. A della legge 1185/1967);

- se uno dei due genitori è impossibilitato a sottoscrivere di fronte all’operatore, dovrà compilare e sottoscrivere una dichiarazione di assenso al rilascio della carta d’identità valida per l’espatrio, allegando fotocopia di un suo documento valido;

- se uno dei due genitori non vuole firmare o è irreperibile, la Carta d’Identità potrà essere rilasciata per l’espatrio solo se viene presentata l’autorizzazione del Giudice Tutelare, altrimenti è comunque rilasciabile ma non valida per l’espatrio;

- in caso di unico genitore esercente la responsabilità genitoriale (vedovo/vedova, unico genitore naturale che ha effettuato il riconoscimento) è sufficiente la sua presenza.

Per il rilascio della C.I.E. verranno rilevate la firma e le impronte digitali dei cittadini che abbiano compiuto 12 anni.

Nel corso della procedura di rilascio della Carta d’identità Elettronica verrà chiesto al cittadino maggiorenne se intende dare il consenso per la donazione di organi e tessuti

I maggiorenni possono esprimere la propria volontà alla donazione di organi e tessuti, al momento del rilascio o del rinnovo della Carta d'identità, poiché il Comune di Castelfranco Veneto ha aderito al progetto "Una scelta in Comune", che si propone di raggiungere progressivamente tutti i cittadini maggiorenni nell'informazione rispetto a tale opportunità. Per esprimere il consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti, è necessario firmare l'apposita dichiarazione. Il dato così acquisito è inviato in modalità telematica al SIT (Sistema Informativo Trapianti), unitamente ai dati anagrafici del dichiarante e agli estremi del documento d'identità, al fine di consentire la consultazione da parte del Coordinamento Regionale per i Trapianti (CRT). L'espressione della volontà sulla donazione è facoltativa, e può essere modificata in ogni momento recandosi presso gli sportelli della A.S.L. competente, oppure al momento del successivo rinnovo della Carta d'identità.

Per maggiori informazioni si rinvia al sito del Coordinamento Regionale Trapianti del Veneto.

Quanto costa?

Il costo della Carta è di euro 22,21 e comprende anche le spese di spedizione.